Menu

           

lunedì 27 ottobre 2014

Il primo rossetto Mac non si scorda mai!



Il primo rossetto Mac non si scorda mai. Decidere il colore tra le mille proposte è stata dura, ma per fortuna il suggerimento è arrivato dall'inizio di questa stagione autunnale. Ho scelto Paramount, un marrone caldo, che ricorda molto il colore delle foglie d'acero, discreto se ben sfumato con un pennello o deciso se applicato direttamente dallo stick. Un colore unico e difficilmente reperibile tra gli stand di altri brand. Mia sorella amante e collezionista dei rossetti Mac mi ha incoraggiata a provare a fare qualche ricerca  per trovare il colore perfetto per me. La ricerca on line tra swatch e finish è stata faticosa perché le amanti di questo brand sono tantissime, e tra video e foto farsi assalire dai dubbi già al primo sguardo è facilissimo. Gli swatch on line però, sono un'arma a doppio taglio, per questo è bene prendere nota, ma non farsi influenzare troppo dalla resa in foto perché il prodotto potrebbe essere completamente diverso dal risultato reale. Innanzitutto bisogna considerare se le foto sono state fatte con luce naturale o artificiali, per questo motivo a volte molte ragazze decidono di mostrare entrambe le versioni degli swatch. La seconda considerazione va fatta se stiamo osservando la foto di una ragazza in cui indossa direttamente sulle labbra il rossetto, perchè anche in questo caso la foto potrebbe non essere veritiera perché la pigmentazione delle labbra e il suo ph differiscono da persona a persona. Inoltre, vi sono dei rossetti con una pigmentazione particolare che in base al ph delle labbra tendono a tirar fuori solo una componente di colore annullando l'altra che lo controbilancia, ad esempio è il caso del controverso Diva che su alcune ragazze risulta un rosso scuro mostrando molto più la pigmentazione marrone-violacea, mentre su altre si nota di più la componente rosso-fucsia.
Il mondo dei rossetti Mac è quasi un magico labirinto in cui perdersi per scoprire piano piano la via d'uscita, che in questo caso è rappresentato dall'acquisto. 
Per ponderare bene la scelta bisogna partire dal colore dividendo le varie nuances in almeno quattro macro categorie: i Nude, i Rosa, i Rossi e i Dark. 
Secondo poi la teoria del colore bisognerebbe considerare il colore della propria pelle, ma io aggiungerei che anche il colore dei capelli è fondamentale.
Ed infine bisogna scegliere il finish, (Mac per questo offre innumerevoli scelte) in base alla durata che si desidera ottenere, perchè un colore chiaro dall'effetto luminoso sarà meno durevole rispetto ad un colore più carico dal finish matte.
Farsi ingannare dal colore sullo stick è facile, ma la resa poi sulla pelle a volte risulta completamente diversa ed un colore scurissimo può essere in realtà molto chiaro, per questo negli store Mac è bene farsi guidare dalle make up artist che consentono anche di farvi provare il prodotto prima dell'acquisto.
Scegliere un rossetto, forse per un uomo potrà sembrare uno scherzo da ragazzi, ma per noi donne invece è un dilemma, se pur frivolo e piacevole, ma pur sempre un dilemma. 
Buona ricerca a tutte!


P.S. Lo swatch sulla mia mano è stato scattato con luce naturale ed è abbastanza veritiero, comunque l'esempio con la foglia d'acero aiuta di più a rendere l'idea della resa del colore.


sabato 18 ottobre 2014

Wishlist: nuovi prodotti make up per l' autunno



La palette dei colori dell'autunno puntualmente fa capolino negli stand dei negozi d'abbigliamento come tra gli affollati scaffali delle profumerie. Cioccolato, ocra e borgogna sono perfetti per tingere palpebre, labbra e unghie. Ogni brand propone nuovi prodotti dalle texture performanti e confortevoli declinati negli splendidi colori del tramonto. Tra tutte le novità cosmetiche quelle che mi hanno colpito di più per tipologia di prodotto, colori e performance sono quelle che ho raggruppato in questo collage.

Pupa Milano ha presentato i Cream Eyeshadow Velevet Matt, degli ombretti opachi in crema dalla texture morbida e vellutata. I sei colori disponibili vanno dalle sfumature più chiare e portabili per il giorno a quelle più scure adatte per la sera. Ho già fatto una capatina in profumeria e devo dire che ogni colore è splendido, ma il mio preferito è il 601 Lilac Grey, un particolarissimo grigio chiaro che ha al suo interno una nota di rosa che esalta la sua bellezza se sfumato in uno smoky eye. Al tatto sono morbidissimi e facilmente sfumabili, in più promettono di durare tutto il giorno.

Neve Cosmetics ha appena lanciato il Bio Primer, una novità tutta naturale che promette una performance alta come un normale prodotto a base siliconica. Esistono due versioni, il Mattfying dal finish opaco adatto a pelli grasse o miste e il Brightening del finish luminoso per pelli normali e secche. È una base post idratazione che permette al trucco di durare a lungo evitando che la pelle si lucidi in caso di pelli grasse o che crei le antiestetiche pellicine nelle pelli più secche. Assolutamente da provare anche come primer occhi!

Wjcon, nuovo brand Made in Italy di cosmetica ci regala delle splendide palette di rossetti per un prezzo low cost. Tre versioni declinate nelle nuances del nude, del rosa e del rosso. La mini palette e' perfetta da portare in borsa o in viaggio regalandoci la possibilità di scegliere il colore da indossare tra le sei cialde o addirittura di creare un colore nuovo mixando due o più colori. Credo proprio che queste palette andranno presto a ruba!

The Balm, marchio esclusivo venduto presso le profumerie Gardenia, ci delizia sempre con degli splendidi prodotti accompagnati da un pacaking dal mood vintage. Balmsai è una palette di 18 ombretti che comprende colori neutri, colori scuri e qualche cialda colorata nei toni del verde o del blu. Le splendide polveri assicurano la riuscita di qualsiasi makeup, ed in più in regalo ci sono degli utilissimi stencil che permettono di realizzare un perfetto arco per le sopracciglia e delle codine per stendere al meglio l' eye-liner.  

E dopo aver preso nota, buona perlustrazione per i negozi e buono shopping a tutte! 

venerdì 3 ottobre 2014

Copia il look: Emma Stone




Impeccabile e innovativo sul red carpet e fresco e brioso nella vita tutti i giorni, il look di Emma Stone stupisce sempre. Oltre a giocare molto con i suoi capelli, tra tagli e colori, la giovane attice indossa con estrema eleganza sia gli outfit chic e sofisticati sia quelli easy e casual. 
Per dare il via alla nuova stagione, eccola sfoggiare un nuovo taglio di capelli, un carré corto con ciuffo laterale, illuminato da uno splendido color rosso tiziano. 
In questa foto la vediamo indossare un paio di pantaloni dal taglio classico, di un tessuto stretch, di quel tenue color grigio che ricorda molto quelli di una tuta sportiva. Per la parte superiore, ha scelto una maglia di filo con scollo rotondo, giocato su un'alternanza di bianco e nero. Il tocco glam e' dato dalle decolte' che rivelano degli intagli geometrici blu elettrico. L'unico accessorio e' un paio di classici occhiali da sole Rayban. Emma sfoggia con eleganza un look semplice, fresco ma con dettagli particolari e  raffinati. Facilissimo da copiare! 

Una piccola variazione può essere indossare una collana rigida per ricreare quella particolare luminosità data dal gioco bianco e nero sul collo della maglia. 
  
Pantaloni Mango a 29,90 €
Maglia H & M a 14,90 €
Decolte' Zara a 49,90 €
Occhiali da sole  Rayban modello Clubmaster a 90 €
Collana  Promod a 12,90 €

venerdì 26 settembre 2014

Chi è la it girl per eccellezza? Barbie, naturalmente!




Sono sicura che dopo aver curiosato tra gli ospiti della fashion week, vi starete domandando chi tra le tante ragazze che si affacciano al fashion system sia la it girl per eccellenza. La risposta e' semplice, perché è una nostra cara e vecchia conoscenza, una ragazza che abbiamo idolatrato per l'inconfondibile e intramontabile stile, colei che ci ha avvicinato al modo della moda facendoci sognare tra vestiti ed accessori. Decenni dopo decenni, la nostra cara amica fa ancora tendenza ammaliando sempre più i suoi fedeli ammiratori. Di chi sto parlando? Ma di Barbie naturalmente! Da quando ha aperto il suo profilo Instgram e' seguita da milioni di followers e ha un' agenda fitta d'impegni che la vede protagonista di shooting fotografici, d' incontri con i guru della moda e ospite alle sfilate più esclusive! I suoi ultimi scatti ci hanno mostrato come il suo amico Jeremy Scott si sia ispirato a lei per la sfilata di Moschino festeggiando i suoi 55 anni di onorata carriera! Altri scatti ci mostrano come abbia trovato anche il tempo di farsi vestire dalla più acclamata stylist di Hollywood Rachel Zoe o addirittura da un maestro di stile come Karl Lagerfeld! Sono ormai famosi i suoi selfie sotto il Duomo di Milano o sotto la Torre Eiffel di Parigi. Inoltre permette ai fan più curiosi di sbirciare tra gli outfit che mette in valigia o cosa porta con se' nella borsa di tutti i giorni. E poi ancora mentre si allena, e' in vacanza al mare o quando decide di rinnovare la sua pettinatura! 
Aprire un profilo di Barbie e' stata una trovata geniale, perfetta per farci tornare ancora una volta bambine, facendoci ricordare con tenerezza quanti viaggi di fantasia abbiamo fatto insieme a lei, a quante storie le abbiamo costruito intorno e a come ci ha accompagnate per mano verso la piacevole scoperta di essere donne con tutte le frivolezze che custodiamo ancora gelosamente, ma che ci fanno comunque piacevolemente sentire gioiose e bellissime. 
E' bello oggi, vedere come dei piccoli scatti fotografici fatti per gioco ci permettono di sognare ancora un po' in sua compagnia strappandoci un sorriso anche nelle giornate più tristi! 





venerdì 19 settembre 2014

Olivia Palermo: 30 Looks for 3o Days



La socialite Olivia Palermo e' senza ombra di dubbio una donna con un innato senso dello stile, e per questo osannata da chi a vari livelli si occupa di moda.  La cosa che più mi stupisce di lei e' la sua grande capacità creativa,  ovvero la sua maestria nel mescolare stili differenti con buon gusto, ma anche con un pizzico di eccentricità. Stampe e fantasie che non ci saremmo mai immaginati di poter accostare fra loro, sono magnificamente proposte in ogni suo outifit, regalandole un'allure unica e inimitabile, da vera icona dei nostri tempi. 
Ce ne da' dimostrazione ad ogni uscita pubblica, evento o party e soprattutto in questi frenetici giorni di fashion week. Per capire meglio il suo personale modo di mescolare stili diversi e capi high cost con low cost, nel mese di agosto dal suo celebre blog ha fatto partire il progetto "30 Looks for 30 Days". Ogni giorno per un mese ha pubblicato la foto del suo outfit corredato di etichette e link di riferimento. Look casual, raffinati e vacanzieri si sono susseguiti uno dopo l'altro destando ogni volta stupore e ammirazione. Il mio outfit preferito? Il vitaminico completo arancione, composto da un pantalone dal taglio classico e un lungo gilet, con al di sotto una semplice t-shirt bianca. E non contenta, al colore ha aggiunto il dettaglio di un altro colore vivace e strong scegliendo di indossare dei sandali giallo limone! Tra tutti i look che ho raccolto in questa carrellata fotografica qual è quello che indossereste ad occhi chiusi?




venerdì 12 settembre 2014

Decor: Office at home



"Nessun posto e' bello come casa mia" recitava Dorothy tintinnando i tacchi delle sue scarpette rosse con la speranza di fare ritorno nell' unica dimora che poteva renderla felice. Una frase tratta da uno dei miei film preferiti, la stessa che ho incorniciato nell' ingresso della mia piccola casa romana. Uno degli angoli che amo di più della casa, in cui passo la maggior parte delle mie ore, e' quello che chiamo allegramente il "mio laboratorio creativo", e altro non è che una piccola scrivania, corredata da una comoda sediolina, tanti cassetti e qualche mensola. La scrivania fedele amica sin da tempi della scuola, e' il posto segreto che mi ritaglio quando prendo una pausa dal mondo. E' il luogo in cui mi rifugio per molte ore, in cui ruotano le mie azioni, i miei pensieri, le mie innumerevoli liste ed i miei desideri. E' un luogo non luogo. Fisico e statico per le sue componenti tangibili, ma fantastico e dinamico per i voli pindarici che la mia mente può raggiungere. E' in questo spazio sospeso che nascono idee da annotare su un taccuino, simpatici scarabocchi quando chiacchiero al telefono, brividi per una nuova melodia ascoltata, struggenti emozioni per un libro letto e nuovi progetti che mi porteranno chissà dove e chissà quando. 
E'  un luogo amato che sa di solitudine e poesia.
E' come un quadro di De Chirico che porta lontano anche se è semplicemente all'interno di una stanza.




La premessa per questo post doveva essere funzionale ed indicativa più che evocativa e poetica, ma come al solito mi faccio prendere la mano dalle elucubrazioni mentali e le parole viaggiano da sole.
Fino a qualche tempo fa, la scrivania era considerata un luogo di passaggio della casa, a volte anche un pò antipatico, destinato a incombenti doveri, dove i ragazzi facevano i compiti e le mamme i conti delle bollette, mentre oggi questo piccolo oggetto d'arredamento è diventato il fulcro del lavoro a casa per alcuni o il regno dove sfogare il genio creativo per altri. In base alle proprie esigenze è possibile personalizzare lo spazio intorno alla scrivania facendolo diventare un vero ufficio o addirittura un laboratorio di idee. In base allo spazio disponibile la scrivania può essere posta al centro della stanza circondandola di librerie e scaffali rendendola una camera-ufficio luminosa e pratica. C'è chi come me ha optato per occupare un angolo della stanza sfruttando lo spazio sulle pareti su cui inserire una bacheca e delle mensole per appoggiarvi libri ed oggetti vari. C'è invece chi ha addirittura creato la propria scrivania con una semplice mensola magari posta sotto una finestra per sfruttare al massimo la luce, o chi da un vecchio armadio a muro  ha creato un ufficio a scomparsa. Per gli amanti dell'arredamento retrò la soluzione ideale non può non essere un antico scrittoio, con la tipica base d'appoggio a scomparsa e mille cassettini segreti dove riporre piccoli oggetti di cartoleria, mentre gli amanti del riciclo creativo saranno pronti a riutilizzare vecchi piani da lavoro di antichi mestieri, tecnigrafi o vecchi tavoli da cucina. 
Per lasciarsi ancora di più ispirare da come un semplice scrittoio trasforma lo spazio intorno a sè e progettare ad hoc il proprio mini ufficio casalingo, oltre a questa splendida carrellata di foto, vi lascio il link della mia bacheca Pinterest dedicata a questo magico spazio creativo.


lunedì 1 settembre 2014

Settembre ha sempre il profumo di nuovi inizi...

Settembre ha sempre il profumo di nuovi inizi...in cui l'odore della salsedine si allontana per dar posto all'odore della pioggia che bagna le foglie.